Tre siti Unesco d'Italia da non perdere

Magazine

Tre siti Unesco d'Italia da non perdere

09 Ottobre 2020

Dai vigneti alle ville toscane, passando per antichi siti Longobardi, ecco il nostro minitour alla scoperta dei siti Unesco d'Italia


Secoli fa, i viaggiatori del Grand Tour scendevano in Italia per cercare di cogliere l'atmosfera segreta che univa la cultura alla bellezza. Oggi, i turisti pianificano i loro viaggi con il medesimo obiettivo, ma hanno uno strumento in più, i siti Unesco: veri e propri tesori geografici dove paesaggio e storia sono accessibili a tutti.

Questi tre siti Patrimonio dell'Umanità, recentemente inseriti nella World Heritage List, sono una meta imprescindibile e devono assolutamente essere aggiunti alla lista dei luoghi da non perdere. Vediamoli.

Le colline del vino: Langhe-Roero e Monferrato 

Nel 2014, l'Unesco ha ufficializzato il riconoscimento per le splendide viste rurali e il vino di alta qualità prodotto sulle colline di Langhe- Roero e Monferrato da oltre 2000 anni. Tuttavia, questo patrimonio mondiale non è stato conferito solo per il paesaggio, ma onora il significato storico, l'importanza economica e il patrimonio culturale del vino, manifestazione "geografica" delle tradizioni vinicole preromane che sono rimaste centrali nella vita quotidiana di queste zone. Il paesaggio vitivinicolo di Langhe-Roero e Monferrato comprende (e non solo) le colline di Barolo e Barbaresco, Nizza Monferrato per la sua produzione di Barbera e, infine, Canelli per il suo Moscato d'Asti, la crescente importanza della produzione del Metodo Classico e le sue meravigliose Cattedrali Sotterranee.

Ceretto Estate Ceretto Estate - © Courtesy of Ceretto Winery

I luoghi dei Longobardi 

A volte sembra che gli antichi romani ricevano tutta l'attenzione quando si tratta del passato lontano dell'Italia. Anche degli Etruschi, avvolti in un velo di mistero e di cui si sa così poco, si parla più dei Longobardi. Ma questi ultimi hanno contribuito alle principali radici dell'Europa medievale e del cristianesimo occidentale e hanno dato il nome alla Lombardia moderna. Questo è sicuramente qualcosa di cui parlare.

I Longobardi migrarono dalla Scandinavia per stabilirsi in Italia, dove governarono quasi tutta la penisola nel VI-VIII secolo. I luoghi del potere longobardo sono costituiti da sette siti in tutta Italia con fortezze, chiese e monasteri. Attestano la sintesi assolutamente unica di religione, arte, architettura e cultura che ha segnato il passaggio dall'antichità al medioevo. Visitate questi siti oggi per scoprire un'affascinante fusione tra l'eredità dell'antica Roma, la spiritualità cristiana e le influenze di Bisanzio e del nord Europa nell'arte e nell'architettura. Due siti degni di nota sono il Complesso monastico di San Salvatore-Santa Giulia a Brescia, e il castrum (antica fortezza romana) di Castelseprio a Torba a Varese.

Le ville dei medici e i loro signorili giardini

L'influenza della famiglia Medici nel plasmare il patrimonio culturale e artistico dell'Europa moderna non può essere sottovalutata. I loro fantastici giardini e le ville immerse nella natura hanno contribuito a sviluppare l'dea culturale del paesaggio rinascimentale, umanistico e moderno. Fate una passeggiata nei Giardini di Boboli a Firenze o Pratolino a Vaglia per vivere in prima persona cosa significa un giardino all'italiana. Nel Medioevo, i giardini erano racchiusi dietro alte mura e coltivati quasi esclusivamente con ortaggi e piante medicinali, erbe e fiori. I Medici sono stati ispirati da accattivanti descrizioni degli antichi greci e romani di giardini e ville realizzati per la bellezza e il tempo libero. Quelli che costruirono nei secoli XV-XVII ridefinirono il concetto di residenza principesca. Questo, infatti, era il modo in cui le persone potevano vivere in armonia con la natura. Alcune ville servivano da casino di caccia (Trebbio, Cafaggiolo), altre da residenze estive (Artimino, Fiesole). Oggi i giardini sono aperti al pubblico e le ville sono musei, residenze private e sedi istituzionali.

Boboli Gardens

Giardini di Boboli 


Highlights

Scopri i nostri esclusivi wine tour in Italia!

Read More