Barolo Wine Tour | The Grand Wine Tour

Piemonte wine tour

Barolo Wine Tour

  • 8 ore
  • 2 Tour privati ed esclusivi in cantina con degustazione vini
  • Pranzo gourmet

Trasporto


140

Vini Barolo, una tradizione culinaria unica e paesaggi vinicoli riconosciuti dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità.


Barolo

Il Barolo è un'icona. È “il vino dei re, e il re dei vini”, ed i paesaggi vinicoli sono altrettanto sublimi. I vigneti sono stati infatti riconosciuti nel 2014 come Patrimonio dell’Umanità UNESCO per le secolari tradizioni viticole che hanno plasmato il paesaggio ed i costumi di questa splendida regione.

Barolo si trova in un'area pedemontana delle Alpi nella zona meridionale della regione Piemonte. Venite a scoprire i migliori cru, dove le viti crescono in file ordinate, e le storiche cantine che hanno trasformato questo vino in una delle etichette più apprezzate al mondo.

Programma

- Tour privato ed esclusivo con degustazione presso la cantina Michele Chiarlo
- Pranzo gourmet 
- Tour privato ed esclusivo con degustazione presso la cantina Ceretto

  • Giorno 1: Mattino

    Visita guidata privata alla Cantina Michele Chiarlo 


    Michele Chiarlo ha fondato la cantina nel 1956 con un’idea chiara: acquistare i migliori cru del Piemonte e produrre vini che esprimano la vera essenza del territorio.

    Situata a Calamandrana nel Monferrato, Michele Chiarlo vinifica alcuni dei più prestigiosi cru della regione: Cannubi e Cerequio a Barolo, Asili e Faset in Barbaresco e Rovereto nel Gavi. Solo vini autoctoni piemontesi dai loro vigneti di proprietà.

    Tra i primi ad aderire al progetto VIVA Sustainable Wine nel 2011, Michele Chiarlo ha adottato pratiche agricole integrate e sostenibili, monitorando attentamente l’impatto ambientale in tutte le fasi della produzione.

    Il tour inizia con la visita guidata della cantina e include l’accesso alla mostra artistica in corso. Al termine della visita, seguirà la degustazione di quattro vini che sono diventati rappresentativi di Michele Chiarlo. La degustazione si svolgerà in una sala privata.

    Degustazione

    • Gavi DOCG Rovereto
    • Barolo DOCG Palás
    • Barolo DOCG Tortoniano
    • Barolo DOCG Cerequio
  • Giorno 1: Pranzo



    La Piola


    Godetevi un pranzo tradizionale presso il ristorante La Piola in Alba. In dialetto piemontese, la piola è l’osteria di paese, il luogo in cui si mangiano i piatti della tradizione e si bevono generosi bicchieri di vino del territorio.

    L’atmosfera conviviale, quasi familiare, diventa il perfetto complemento al cibo sulla tavola, al vino nei calici. Per questo, quando nel 2005 la famiglia Ceretto ha scelto di aprire un locale che proponesse la cucina tipica di Langa, la scelta è caduta proprio su questo nome.

    Alla Piola, il menu è scritto ogni giorno con il gessetto sulla grande lavagna nella sala principale: obbedisce al mercato e alle stagioni e perciò cambia molto spesso.

    Lo chef Dennis Panzeri formatosi all’Albereta di Gualtiero Marchesi propone i grandi classici della cucina piemontese: dagli agnolotti del “Plin” ai tajarin, dalla carne cruda al vitello tonnato, interprete fedele di una tradizione gastronomica che ha reso le Langhe uno dei luoghi più celebri nel mondo per la qualità del cibo.

    Assaggiate i sapori freschi e le ricette che hanno caratterizzato questa regione per secoli, venite a scoprire queste specialità per una vera esperienza gastronomica piemonte!

    • Pranzo da 3 portate, a scelta: un antipasto, un primo o un secondo, dolce
    • Vino in abbinamento non incluso, da pagare separatamente al ristorante
    • Durante la stagione, i piatti a base di tartufo non sono inclusi, da pagare separatamente al ristorante
  • Giorno 1: Pomeriggio



    Visita guidata privata alla Cantina Ceretto


    Il segreto del successo per la Cantina Ceretto in Piemonte è legato all'eccezionale terreno e clima delle Langhe, oltre che alla passione e alla capacità dei proprietari di trasporre questi elementi nel vino.

    Riccardo Ceretto lo capì negli anni '30, quando iniziò a produrre vino. I suoi figli Bruno e Marcello perfezionarono le intenzioni del padre quando acquistarono dei vigneti in quelle che oggi sono alcune delle zone più celebri del Barolo e del Barbaresco. Nelle tre tenute dell'azienda — Monsordo Bernardina ad Alba, Bricco Rocche a Castiglione Falletto e Bricco Asili a Barbaresco — Ceretto produce gli eccellenti Barolo e Barbaresco, fiore all'occhiello della cantina, assieme ad altre etichette, come il bianco Langhe Arneis Blangé e un Moscato di alta qualità.

    L'anno 2000 è stato un punto di svolta per Ceretto in termini di produzione più sostenibile nei vigneti e in cantina, e ha segnato l'inizio di molti nuovi progetti, tra cui la produzione di nocciole con Relanghe, l'importazione di vino con Terroirs e la collaborazione con Enrico Crippa, lo chef del ristorante tre stelle Michelin Piazza Duomo ad Alba, con il suo bistrot La Piola. Nel 2000, la cantina Bricco Rocche viene ampliata con l’aggiunta del Cubo, una struttura dal design trasparente e senza intelaiatura con vista sui vigneti.

    Nel 2009, nella tenuta Monsordo Bernardina è stato costruito l'Acino, una bolla trasparente che sembra sospesa sui vigneti, ed è aperta a degustazioni, eventi, conferenze e altro ancora. Infine, i visitatori possono ammirare la luminosa, colorata cappella dipinta dagli artisti Sol LeWitt e David Tremlett.

    Il tour inizia con la visita guidata della cantina, della vigna e dell’area di produzione, immergendosi nella storia della famiglia e della cantina. Seguirà una degustazione esclusiva di quattro vini a base Nebbiolo, inclusi due crus, presso una delle loro spettacolari sale di degustazione private che si affacciano sui vigneti circostanti.

    Degustazione

    • Nebbiolo d'Alba DOC
    • Barolo DOCG Classico
    • Barolo DOCG Brunate
    • Barolo DOCG Bussia

Cosa è incluso:

  • 2 Tour privati ed esclusivi in cantina con degustazione vini

  • 1 Pranzo gourmet

Cosa non è incluso:

  • Mance

  • Le bevande del pranzo

  • Tutto ciò che non viene menzionato nella voce “Sono inclusi”